Viaggiare ad Amsterdam, attrazioni più belle da vedere

Le attrazioni più belle da visitare ad Amsterdam

Amsterdam, una delle destinazioni di viaggio più popolari in Europa, è una città compatta, affascinante e cosmopolita che invita all’esplorazione. Conosciuta come la “Venezia del Nord” per i suoi oltre 100 canali, la capitale dei Paesi Bassi offre facili avventure turistiche a piedi, in bicicletta e in barca.

L’architettura seicentesca di Amsterdam, ben conservata e accattivante, offre uno sfondo pittoresco se non incongruo per una città famosa per i suoi atteggiamenti moderni e progressisti. Dai musei d’arte della città ai coloratissimi mercati dei fiori, dai “coffeeshop” dei negozi di cannabis al quartiere a luci rosse, ecco tutto ciò che vale la pena visitare quando si visita Amsterdam.

Koninklijk Paleis Amsterdam

Uno dei tre palazzi reali dei Paesi Bassi, il Koninklijk Paleis ad Amsterdam si trova sul lato occidentale di Piazza Dam, nel centro della città. La struttura è nata come municipio della città, ma fu trasformata in palazzo durante le guerre napoleoniche, quando il fratello di Napoleone Luigi fu incoronato re Luigi I d’Olanda.

Sebbene l’esterno sia stato costruito da Jacob van Campen con pietra arenaria per imitare gli edifici pubblici di Roma e l’architettura classica, l’interno è un primo esempio dell’elaborato stile imperiale degli inizi del 1800: ancora oggi il palazzo è utilizzato dalla Casa Reale Olandese per eventi reali, ed è aperto al pubblico per la maggior parte dell’anno.

De Wallen

De Wallen è il celebre quartiere a luci rosse di Amsterdam, l’area designata della città per la prostituzione legalizzata. Il quartiere copre diversi canali e strade laterali a sud della stazione centrale. Più di cento appartamenti monolocali sono affittati da prostitute che attirano gli spettatori da dietro le finestre illuminate da luci rosse, da cui il nome con cui è conosciuto il quartiere.

Nonostante il grande progressismo, una folta presenza della polizia mantiene il quartiere sicuro. Anche se non è consentito scattare foto, i visitatori sono i benvenuti ed essendo il De Wallen la sezione più antica di Amsterdam, il quartiere è anche sede di diversi edifici storici, tra cui la chiesa più antica della città, la Oude Kerk in stile gotico.

Museo Scheepvaartmuseum

I manufatti della ricca storia nautica di Amsterdam sono ospitati all’interno dello Scheepvaartmuseum, o Museo Nazionale Marittimo. Inizialmente concepito come un magazzino navale costruito nel 1656, il museo dispone di 18 sale di reperti e manufatti. Il commercio marittimo ha reso Amsterdam la città più ricca del mondo durante il 1600, e questo museo dimostra come gli olandesi dominavano il mare con reperti che vanno dalle rappresentazioni di storiche battaglie navali alle mappe disegnate ad arte e alle armi del XVII secolo.

La collezione di sculture del museo offre ai visitatori anche uno sguardo ravvicinato su come i marinai passavano il loro tempo in mare. All’esterno del museo è ormeggiata una replica dell’Amsterdam, una nave del XVIII secolo che navigava tra i Paesi Bassi e le Indie orientali.

Vondelpark

Chiamato Nieuwe Park quando è stato inaugurato nel 1865, il Vondelpark si trova nel quartiere Oud-Zuid, o vecchio quartiere sud di Amsterdam, ad ovest della piazza dei musei della città. Il parco prese il suo nome attuale dopo che nel 1867 una statua di Joost van den Vondel fu collocata nel parco.

Progettata e realizzata dallo scultore Louis Royer, la statua del famoso poeta e drammaturgo olandese del XVII secolo divenne un punto di riferimento così familiare che la gente cominciò a chiamare il parco Vondelpark. Il parco serve come punto di ritrovo popolare per la gente del posto e per i turisti: si tratta di un luogo dove le persone possono rilassarsi, fare sport sull’erba, andare in bicicletta lungo i sentieri e gustare un panino alle aringhe o una birra olandese in una delle strutture horeca del parco.

Bloemenmarkt

Situato tra Muntplein e Koningsplein sulla riva sud del canale Singel, il Bloemenmarkt è l’unico mercato galleggiante dei fiori al mondo. Sette giorni alla settimana, i venditori di fiori caricano bancarelle e chiatte galleggianti con tutti i fiori e i bulbi per i quali i Paesi Bassi sono famosi. Fondato nel 1862, il Bloemenmarkt comprende più di una dozzina di fioristi e negozi di giardinaggio e bancarelle di souvenir.

Anche se la gente del posto fa shopping in questo mercato, il luogo è stato progettato principalmente per soddisfare i turisti: le lampadine offerte in vendita sono state designate come pronte per l’esportazione, e i visitatori possono acquistare tulipani, narcisi, souvenir di qualsiasi tipo e altre lampadine come ricordo del loro viaggio ad Amsterdam.

Casa di Anne Frank

L’attrazione più visitata di Amsterdam, l’Anne Frank Huis, si trova lungo il canale Prinsengracht. La struttura che un tempo nascondeva Anne Frank, la sua famiglia e altri quattro ebrei alle autorità naziste durante la seconda guerra mondiale è stata considerata un monumento all’Olocausto dal 1947, quando il padre di Anne ha pubblicato il diario che Anne ha scritto mentre vivevano nascosti all’interno dell’edificio.

Un piano per preservare l’edificio è nato nel 1955, quando i costruttori stavano progettando di demolire la struttura. L’edificio è stato aperto come museo nel 1960: i visitatori possono vedere le stanze in cui Anne viveva e gli oggetti esposti che raccontano la sua vita troppo breve.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *