• Home »
  • Cronaca »
  • Il sindaco gli consegna le chiavi della città, il vescovo degli ultimi si commuove

Il sindaco gli consegna le chiavi della città, il vescovo degli ultimi si commuove

L’arcivescovo di Lecce, Domenico D’Ambrosio, cerca di riprendersi con una battuta dalla commozione che lo costringe a interrompere il suo intervento di ringraziamento in occasione della consegna delle chiavi della città da parte del sindaco, Carlo Salvemini.

monsignor D'Ambrosio

Giunto per limiti di età al termine della sua esperienza episcopale, D’Ambrosio sta per ritirarsi a vita privata a San Giovanni Rotondo. Al suo posto si insedierà monsignor Michele Seccia. I consiglieri comunali oggi sono più o meno tutti presenti.

Il sindaco Salvemini ha reso omaggio al vescovo affermando che la sua condotta sobria e fattiva ha avvicinato l’istituzione religiosa e quella civile nella comune consapevolezza di una missione pubblica. La cerimonia è stata aperta dall’intervento della presidente del consiglio comunale, Paola Povero, e dopo le parole del primo cittadino è toccato a D’Ambrosio l’atto conclusivo, sugellato dalla consegna delle chiavi realizzate da Stefano Sambati e dal dono di un quadro che lo stesso vescovo ha voluto fare alla città: un dipinto al quale è molto affezionato, che raffigura un paesaggio di Peschici, sua città natale.“