I 55 giorni di prigionia di A. Moro raccontati a Veglie venerdi’7 Luglio

I 55 giorni di prigionia di A. Moro raccontati in una rappresentazione teatrale che si terra’a Veglie Venerdi’7 Luglio.

I 55 giorni di prigionia di A. Moro, a Veglie Venerdì 7 luglio 2017 alle ore 21.00, presso l’Atrio della Parrochia Sant’Antonio Abate di Veglie in Via Suor Teresa. La rappresentazione teatrale dal titolo “Made in 1978” organizzata dall’Azione Cattolica Parrocchiale e realizzata dall’associazione teatrale C.I.N.C.H. di Sandonaci.

I 55 giorni di prigionia di A. Moro, venerdi'7 Luglio a Veglie

Lo spettacolo racconta i 55 giorni di prigionia di Aldo Moro; attraverso le sue stesse lettere e con l’ausilio di filmati d’epoca.

Un narratore (che riporta il punto di vista di chi allora aveva tra i 6 e i 10 anni); racconterà i 55 giorni di prigionia di Aldo Moro (e più in generale i cambiamenti in atto quell’anno anche sotto il profilo dei costumi); con l’ausilio di 4 attori, di alcuni video d’epoca e della lettura di alcune lettere dello statista.

Ne verrà fuori lo spaccato di una vicenda che segna il definitivo tramonto degli ideali del ’68 e l’ingresso nell’individualismo e nell’edonismo degli anni ’80.

Lo spettacolo grazie al mix di linguaggi (video, musica, scene rappresentate dagli attori, voce del narratore, letture delle lettere di Moro); non rischia di annoiare e cerca di aprire lo spunto per una riflessione (o per un’opera di memoria); senza schierarsi apertamente sulle varie tesi politiche; ma facendo emergere tutte le contraddizioni in merito all’operato delle Istituzioni (e delle stesse Brigate rosse).

Regia Antonio Giannuzzi.

Drammaturgia: Mauro Sinigaglia.

Attori: Antonio Giannuzzi (narratore), Alessia Mele, Gianmarco Rizzo, Luigi Cardone, Nicola Panna.

Lettori: Silvia Marchi, Barbara Abruzzese, Rotopeo Marchi, Vincenzo Mingoia.

Pianoforte: Francesca Occhineri.

Fotografia: Chiara Petrino.

Tecnici: Piervincenzo Occhineri, Luciano Carrozzo.