• Home »
  • Sport »
  • Un brutto Lecce perde la testa della classifica. Casertana-Lecce 1-0

Un brutto Lecce perde la testa della classifica. Casertana-Lecce 1-0

Un brutto Lecce perde la testa della classifica

Un brutto Lecce perde la testa della classifica. Un esame duro per il Lecce, su un campo dove non si vince da 50 anni; per allungare ancora, per mettere una volta tanto pressione al Matera; che questa volta gioca dopo il Lecce, martedí. Ma ancora una volta, la Casertana si impone sul Lecce. La corsa di testa del Lecce si ferma sul terreno della Casertana; nonostante l’espulsione di Giorno prima dell’intervallo; i campani grazie a una rete di Ciotola sgambettano i salentini di Padalino. Ma e vero che il Lecce ci ha messo di suo. Un brutto Lecce perde la testa della classifica. Perché se occorre attendere martedì sera per il match che vedrà protagonista l’altra capolista Matera; chiamata a rendere visita al Catania al ‘Massimino’; per un confronto ricco di spunti; slittato ulteriormente per motivi di ordine pubblico vista la concomitanza con i festeggiamenti in onore di Sant’Agata; è il Foggia a portarsi per ora davanti a tutti sfruttando al meglio il secondo impegno casalingo di fila. Un brutto Lecce perde la testa della classifica.

Un brutto Lecce perde la testa della classifica

Un brutto Lecce perde la testa della classifica. Un esame duro per il Lecce, su un campo dove non si vince da 50 anni;

La cronaca

In occasione della gara in terra campana, l’allenatore dei giallorossi; schiera in campo dal primo minuto Perucchini, arrivato in settimana; al posto di Bleve; in difesa Vitofrancesco e Agostinone rimangono sulle fasce con il rientrante Giosa a fare coppia con Drudi in mezzo; a centrocampo Tsonev, nonostante sia apparso sottotono nelle ultime uscite, conserva il posto; con gli inamovibili Arrigoni e l’ex Mancosu a completare il reparto; infine, rivoluzione in attacco; a supportare la punta centrale Caturano ci sono, il capitano Franco Lepore e Torromino. Mentre, il calciatore più in forma del momento il francese Doumbia rimane in panchina.

Il Lecce si schiera, quindi, con il consueto 4-3-3 con Perucchini tra i pali; difesa composta da Vitofrancesco, Giosa, Drudi e Agostinone; linea mediana con Tsonev, Arrigoni e Mancosu; Lepore, Caturano e Torromino a comporre il tridente d’attacco.

In casa Casertana il tecnico Tedesco si affida al 4-3-3 con Rainone, Corado e Ciotola a comporre il trio offensivo.

Il primo tempo

Al 15’ il Lecce costruisce una prima azione degna di nota; con un cross dal lato corto dell’area di Torromino, Caturano di testa mette fuori.

Al 24’ la Casertana passa in vantaggio; Carriero spedisce una grande palla a scavalcare Vitofrancesco e Drudi; Ciotola a tu per tu con Perucchini insacca in rete per l’1-0. La partita scorre senza troppi sussulti.

La Casertana al 43’ resta in dieci per un doppio giallo per Giorno. Il giocatore viene ammonito per aver simulato al limite dell’area del Lecce.

Il secondo tempo

Nella ripresa Agostinone si fa male: al suo posto entra Doumbia che si posiziona esterno destro alto. Lepore svolge il terzino di destra, Vitofrancesco quello di sinistra.

Padalino effettua un nuovo cambio sostituendo Tsonev per Costa Ferreira. Il portoghese si fa notare subito al 60’: cross di Lepore, girata dell’ex Virtus Entella che finisce a lato non di molto. Ultimo cambio a disposizione per Padalino, dentro Marconi fuori uno stanco Torromino.

Al 74’ Lepore perde palla nella metà campo della Casertana e fa partire un contropiede fulminante dei padroni di casa, Colli arriva in area ma Perrucchini in versione super respinge in angolo il suo pallonetto.

Due minuti più tardi punizione di Colli con la palla che sfiora il palo più lontano della porta di Perrucchini. Il Lecce si rivede al minuto ottanta con Doumbia che serve di testa Caturano: l’attaccante entra in area e spara un destro bloccato in due tempi da Ginestra. All’88’ Caturano colpisce di testa davanti alla porta, ma Ginestra blocca sulla linea di porta.

L’arbitro assegna quattro minuti di recupero che non bastano al Lecce per agguantare il pari. Bruttissima partita dei giallorossi; un brutto Lecce perde la testa della classifica; Padalino la settimana prossima dovrà analizzare con molta attenzione gli errori commessi.

Il tabellino

CASERTANA-LECCE 1-0 (Ciotola 24′)

Casertana: Ginestra, Finizio, Giorno, De Marco, Rajcic, Corado, Ramos, D’Alterio, Carriero (19’st Colli), Rainone, Ciotola (6’st Magnino). A disp.: Fontanelli, Lorenzini, Diallo, Petricciulo, De Filippo, Taurino, Cisotti. Allenatore: Tedesco

Lecce: Perucchini, Vitofrancesco, Agostinone (6’st Doumbia), Mancosu, Arrigoni, Torromino (17’st Marconi), Lepore, Tsonev (13’st Costa Ferreira), Giosa, Drudi, Caturano. A disp.: Bleve, Chironi, Cosenza, Pacilli, Monaco, Maimone, Fiordilino, Ciancio. Allenatore: Padalino

ARBITRO: Pillitteri, D’Alberto, Solazzi

Ammonizioni: Rajcic (C), Arrigoni (L), Caturano (L)

Espulsioni: Giorno (C)

La classifica

ITALIA : Lega Pro / Lega Pro – Fase a gironi – Gruppo C
# Squadra Pti G V N P + +/-
1 Foggia 50 24 14 8 2 45 20 25
2 Matera 49 23 14 7 2 51 20 31
3 Lecce 49 24 14 7 3 43 22 21
4 Juve Stabia 44 24 13 5 6 42 23 19
5 Virtus Francavilla 39 24 11 6 7 31 27 4
6 Cosenza 37 24 11 4 9 34 26 8
7 Fondi 34 24 8 11 5 35 27 8
8 Andria BAT 34 24 7 13 4 20 19 1
9 Casertana 33 24 9 8 7 25 24 1
10 Catania 32 23 10 9 4 28 18 10
11 ASD Citta’ Di Siracusa 32 24 8 8 8 25 30 -5
12 Monopoli 29 24 7 8 9 29 35 -6
13 Paganese 24 24 6 6 12 25 31 -6
14 ACR Messina 24 24 6 6 12 21 34 -13
15 Reggina 22 24 4 10 10 22 36 -14
16 Taranto 21 24 4 9 11 17 28 -11
17 Catanzaro 21 24 4 9 11 20 33 -13
18 Akragas 21 24 4 9 11 20 36 -16
19 Melfi 17 24 4 6 14 25 48 -23
20 Vibonese 16 24 3 7 14 11 32 -21