• Home »
  • Sport »
  • Lecce batte il Catanzaro fuori casa e si riprende la testa della classifica in condominio con il Matera

Lecce batte il Catanzaro fuori casa e si riprende la testa della classifica in condominio con il Matera

In questo posticipo serale, il Lecce batte il Catanzaro fuori casa e si riporta il testa alla classifica insieme al Matera.

Lecce batte il Catanzaro fuori casa

Il lecce batte fuori casa il Catanzaro e riconquista la vetta della classifica

CATANZARO (4-4-2): De Lucia; Pasqualoni, Sirri, Prestia, Sabato (75′ Mancosu Marcello); Esposito, Carcione (77′ Cunzi), Maita, Icardi; Giovinco (84′ Basrak), Sarao. A disposizione: Rizzitano, Patti, Pagano, Campagna, Van Ransbeeck, Imperiale. Allenatore: Zavettieri.

LECCE (4-3-3): Bleve; Vitofrancesco, Cosenza, Drudi, Agostinone; Tsonev (62′ Costa Ferreira), Arrigoni, Mancosu Marco; Pacilli (69′ Lepore), Caturano, Doumbia (83′ Torromino). A disposizione: Chironi, Monaco, Vinetot, Maimone, Fiordilino, Ciancio, Persano. Allenatore: Padalino.

ARBITRO: Giacomo Camplone di Pescara

AMMONITI: Carcione (C); Tsonev, Vitofrancesco (L)

Lunedí 30 Gennaio 2017,  stadio Ceravolo di Catanzaro. Si gioca per il  23° turno del campionato di Lega Pro Girone C Catanzaro-Lecce.  In porta c’è Bleve, torna Cosenza al centro della difesa dopo il turno di squalifica , sull’out sinistro difensivo c’è il neo arrivo Agostinone, in attacco il solito tridente composto da Pacilli, Caturano e Doumbia. Il Catanzaro di Mister Zavettieri si dispone con il 4-4-2 con Carcione in cabina di regia, Giovinco-Sarao è il tandem d’attacco. Nel primo quarto d’ora grande intraprendenza da parte del Lecce, ma senza trovare varchi. I padroni di casa chiudono bene ogni tentativo ospite. Al 28′, al primo vero tentativo, Prestia trova il gol del vantaggio per il Catanzaro svettando più in alto di tutti sugli sviluppi di un corner calciato da Giovinco dalla destra. La compagine calabrese prende coraggio, Icardi va sul fondo, prova il traversone e Sarao non ci arriva per questione di centimetri. Arrigoni e compagni producono un possesso palla fine a sé stesso. Nel finale ottimo spunto di Doumbia, ma l’ala giallorossa si incarta esagerando con il dribbling. Squadre negli spogliatoi sul risultato di 1-0.

Ripresa nessun cambio durante l’intervallo.

La prima azione è di marca leccese, cross di Vitofrancesco per Caturano che gira verso la porta alzando di poco la mira. All’11’  Doumbia capita la palla dell’1-1, ma si divora il pareggio. Intanto, fa il proprio debutto in giallorosso Costa Ferreira subentrando a Tsonev. Al 24′ arriva il pareggio: proprio Doumbia sguscia via palla al piede, triangola con Pacilli, si ritrova davanti alla porta e, stavolta, dopo aver messo a sedere De Lucia deposita in rete. Secondo gol consecutivo per lui e partita riaperta. Il Lecce ora ci crede, Caturano avvia un contropiede fulmineo, ma Doumbia non ne approfitta e viene chiuso in corner.

Lecce batte il Catanzaro fuori casa

Cambio entra Lepore esce Pacilli. E’ la mossa vincente di mister Padalino. Al 31′ sfruttando al meglio un cross proveniente dalla sinistra pennellato da Caturano, schiaccia di testa centralmente battendo per la seconda volta De Lucia. Finisce Lecce batte il Catanzaro fuori casa: Catanzaro-Lecce 1-2.

Il Lecce batte il Catanzaro fuori casa e si riprenda la testa della classifica del girone C di Lega Pro.

Classifica del girone C di Lega Pro

Squadra PG V N P R P
1. Matera 23 14 7 2 51:20 49
2. Lecce 23 14 7 2 43:21 49
3. Foggia 23 13 8 2 42:20 47
4. Juve Stabia 23 13 5 5 40:20 44
5. Cosenza 23 11 3 9 33:25 36
6. Virtus Francavilla 23 10 6 7 29:27 36
7. Catania 23 10 9 4 28:18 32
8. Andria 23 6 13 4 18:18 31
9. Fondi 23 7 11 5 33:26 31
10. Casertana 23 8 8 7 24:24 30
11. Siracusa 23 7 8 8 22:28 29
12. Monopoli 23 7 7 9 29:35 28
13. Paganese 23 6 6 11 24:29 24
14. Messina 23 6 6 11 21:31 24
15. Reggina 1914 23 4 9 10 22:36 21
16. Taranto 23 4 9 10 16:26 21
17. Akragas 23 4 9 10 20:34 21
18. Catanzaro 23 3 9 11 18:32 18
19. Melfi 23 4 6 13 24:46 17
20. Vibonese 23 3 6 14 10:31 15
  • Casertana: -2 Punti (Decisione della federazione)
  • Catania: -7 Punti (Problemi finanziari)
  • Fondi: -1 Punti (Problemi finanziari)
  • Melfi: -1 Punti (Decisione della federazione)